Home > pensieri, opere, omissioni, università > La strana situazione…

La strana situazione…

novembre 12, 2006

The strange situation è un esperimento svolto da Ainsworth per provare la Teoria dell’attaccamento (TdA).
La TdA descrive come il bambino sin da piccolissimo abbia la tendenza ad “attaccarsi” ad un genitore o ad una qualsiasi altra persona, generalmente si chiama Figura d’Attacamento (FdA) l’individuo prescelto dal bambino.
L’attaccamento non è soltanto un atteggiamento presente nell’essere umano, ma anche nei mammiferi dal cervello un po’ più evoluto, che cercano subito dopo la loro nascita un individuo della loro specie per cominciare l’inprinting.
L’esperimento della Strange Situation si svolge così: la FdA entra col bambino (molto piccolo) in una stanza coi giochi, nella stanza c’è anche una terza persona sconosciuta al bambino; la FdA lascia il piccolo giocare ed esce dalla porta.
Cosa succede al ritorno della FdA? Rispondere non è facile, la reazione non deve sembrare scontata, infatti esistono ben 4 pattern, o modelli, di risposta, questi modelli vengono chiamati Modelli Operativi Interni.
In modo sintetico riporto quali sono i 4 MOI e le relative reazioni pratiche del bambino.

  • attaccamento sicuro: il bambino è certo del ritono della FdA, ne ha piena consepevolezza e ripone fiducia in lei, infatti al suo ritorno le correrà in braccio a salutarla;
  • attacamento insicuro evitante: il bambino gioca nella stanza anche senza la FdA e al suo ritorno la evita, continuando a giocare o respingendola;
  • attaccamento insicuro ansioso resistente: il bambino comincia a piangere all’ allontanamento della FdA  e il suo ritono non è sufficiente a calmarlo, anzi il suo atteggiamento risluta, appunto, resistente.
  • attaccamento disorganizzato/dissociato: (modello proposto successivamente da Solomon in cui rientrano comportamenti non “scoperti” da Ainsworth) il bambino al ritorno della FdA ha un atteggiamento molto strano, si trova in uno stato d’angoscia (spaesamento totale) e rifiuta la FdA subito dopo esserle corso in contro.

A cosa sono dovuti questi comportamenti? Naturalmente dal rapporto con la loro FdA.
I bambini sicuri sono certi che la loro FdA non li abbandonerà, gli altri invece, ognuno diversamente dall’altro, questa certezza non ce l’hanno, ma con un accurato e paziente “lavoro” sulla coppia, si può sempre acquisire.
Attenzione però ad una cosa: il lavoro di riorganizzazione va fatto in coppia, bambino e FdA, ma il problema è in seno alla FdA!
Infatti, come scrivevo prima, i bambini e i cuccioli cercano una figura d’inprinting, e se la loro FdA è “disturbata”, anche il loro atteggiamento non sarà di meno.
Le FdA che hanno avuto dei traumi profondi nella vita (da un FdA disturbata, alla scomparsa violenta della FdA, ad un parto difficile) inizialmente rifiuteranno il loro bambino o saranno frddi con loro, anche se non lo saranno volontariamente.
Con questa strana situazione si è arrivato alla scoperta di qualcosa come vedete di eccezionale, che spiega tante cose dell’atteggiamento umano, non solo infantile.

Per approfondimenti:
Psicolab
Liotti G., La dimensione interpersonale della coscienza, Carocci

  1. Laura
    novembre 15, 2006 alle 3:54 pm

    AMORE,finalmente ho letto questo post,anke se conoscevo già l’argomento..sei proprio bravo!🙂

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: