Home > albatros, pensieri, opere, omissioni, università > Sedotto e abbandonato

Sedotto e abbandonato

febbraio 27, 2007

Forse l’avrai dimenticato, forse no. Magari eri sola in casa e hai studiato lì, nel silensio e nella solitudine, oppure, sei tornata nella tua città di novantamila abitanti.
Io comunque il posto te l’avevo preso, alla mia sinistra per non scontrarci i gomiti. Platone, un libro blu con scritto Platone e un mosaico che raffigurava un gallo stamattina ti ha tenuto il posto.
Ti ho aspettato, non sei arrivata.
Sai che l’attesa intensifica il desiderio?
Lo sanno bene le spose che si recano all’altare, con la voglia che il desiderio di loro non finisca mai.

( so benissimo che ho fatto tutto io, ma amo sognare… )

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: