Home > albatros, Informatica, pensieri, opere, omissioni > Magic Italy: come non progettare un brand

Magic Italy: come non progettare un brand

giugno 26, 2009
Logo Magic Italy

Logo Magic Italy

Sul sito del Ministero per i Beni e le Attività culturali si legge:

Al via il marchio “Magic Italy” per il rilancio del turismo in Italia. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi intervenendo all’assemblea della Confartigianato. «Il made in Italy può essere rafforzato con la garanzia che tutto il prodotto è realizzato in Italia al 100%, noi oggi stiamo lavorando e ho approvato proprio questa notte il marchio che è stato definito il “Magic Italy”, per lanciare l’Italia e e attirare qui i turisti da ogni parte del mondo», ha detto Berlusconi.

Il nuovo logo – una scritta bianca e tricolore su fondo scuro – riprende l’obiettivo di Italia.it, progetto battezzato dal governo Prodi nel 2007, quando a capo del ministero dei Beni e delle Attività Culturali, al quale faceva capo il portale, c’era Francesco Rutelli.

Su molti siti già si leggono critiche, molti dicono che ricorda solo spot di tv spazzatura, io invece su Palermo Bloggalo! faccio un’analisi sul perché questo logo è progettato male e lo paragono ad alcuni loghi del turismo spagnolo:

Il brand, logo compreso, non piace al “popolo della rete” (come ci definisco i giornalisti più creativi) e senza entrare in merito alle questioni politiche che hanno a che fare con il turismo (materia di competenza delle regioni e non dello stato, per questo la ministra non ha il portafoglio) vederemo di capire alcune cose che non vanno e un piccolo paragone con una delle nazioni che più è cresciuta grazie al turismo: la Spagna.

Continua…

  1. giugno 26, 2009 alle 2:52 pm

    andiamo di libera associazione, la prima cosa che mi viene in mente è Magic English, la collana della Walt Disney per insegnare l’inglese ai bambini
    (http://www.latvdeiragazzi.rai.it/category/0,1067207,166-1073148,00.html)

    poi guardando le lettere dorate mi vengono in mente le publicità dei casinò
    (http://www.in-the-casino.com/tropez-casino/screenshot.jpg)
    oppure il logo di qualche soap
    (http://www.davidemaggio.it/images/tempesta-damore.jpg)
    (http://www.university.it/immaginiarticoli/20080530160116centovetrine.jpg)

    guardando la fattura generale…direi che sembra fatto da uno che zompettava tra i menù del photoshop cercando un effetto carino

  2. giugno 26, 2009 alle 2:57 pm

    esatto… e dire che Berlusconi per le sue campagne politiche si avvale dei migliori comunicatori in commercio.. ma certo le elezioni sono più importanti del turismo italiano

  3. giugno 27, 2009 alle 10:08 am
  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: