Archivio

Archive for the ‘palermo’ Category

I miei 15 scatti migliori

luglio 22, 2009 1 commento

Oggi su facebook ho trovato un gruppo molto carino, diverso dalle solite stronzate anti (o pro) cualcuno-qualcosa e si chiama La vostra foto più bella che mi ha ispirato a pubblicare questo post con le mie 15 foto più belle.

Alba dal Foro Italico di Palermo

L'alba dal foro italico di palermo

Antico gatto randagio

Antico gatto randagio

La casa hunduda (annegata) a Malaga

La casa hunduda (annegata) a Malaga

Mercato del Capo di Palermo

Mercato del Capo di Palermo

Semana Santa en Malaga

Semana Santa en Malaga

Mondello Ciclabile

Mondello Ciclabile

Chupitos sul balcone

Chupitos sul balcone

scacchi

scacchi

converse all star

converse all star

Camisetas a rayas (magliette a righe) a El Rastro di Madrid

Camisetas a rayas (magliette a righe) a El Rastro di Madrid

Dragon: Tetto casa Battlò

Dragon: Tetto casa Battlò

Strade della Kalsa

Strade della Kalsa

Girati...

Girati...

Palle da Bowling

Palle da Bowling

Bicicletta elegante

Bicicletta elegante

IV Raduno Cicloturistico Giovani FIAB: Sicilia protagonista!

luglio 8, 2009 Commenti disabilitati

Sicicla, ragazzi!

In bicicletta alla luce del sole

Logo per cicloraduno giovani in Sicilia

Il Gruppo Giovani FIAB, insieme al Coordinamento Palermo Ciclabile, organizza il suo quarto Cicloraduno Fiab per ragazzi e ragazze tra i 18 e i 35 anni, con un percorso itinerante che raggiungerà Mazara del Vallo partendo dalla nostra città, Palermo.

Il raduno avrà luogo da giovedì martedì 25 a mercoledì domenica 30 2009.

Un cicloraduno nasce dal concetto di poter fare una vacanza seguento un modello di sviluppo sostenibile (che per l’appunto si concretizza nel turismo sostenibile), per cui si viaggia lentamente, conoscendo e assaporando i luoghi che si visitano, senza intaccare la loro identità per scopi commerciali, come avviene nel turismo di massa, e soprattutto un cicloraduno è a basso impatto ambientale!

Cosa aspettate per partecipare? Leggete qui e partecipate!
Le iscrizioni sono aperte fino al 7 agosto 2009.

Bimbimbici 2009 a Palermo

maggio 11, 2009 Commenti disabilitati

foto di bimbimbici palermo bloggalo

Un’onda colorata in movimento! Bici di ogni misura con rotelle e non, seggiolini a seguito dei genitori, bimbi di ogni età e perfino un triciclo. Questa la carovana della decima edizione della manifestazione nazionale Bimbimbici, di ieri promossa dalle associazioni Fiab. Le premesse erano di una partecipazione massiccia di piccoli ciclisti ed infatti oltre 150 bambini, con genitori a seguito, hanno formato un corteo lunghissimo e coloratissimo che pedalando si è riappropiato degli spazi di norma occupati dagli automobilisti da piazza Vittorio Veneto al Foro Umberto I.

Continua su Palermo-Bloggalo!…

Mi vergogno di essere italiano

aprile 8, 2009 Commenti disabilitati

Triste e arrabbiato, in me ho solo tanta voglia di piangere e capire.

Finalmente il mio sogno si sta realizzando, condividerò i miei giorni con la persona che amo, ma ad interrompere questo sentimento di leggerezza c’è lui, il “nano malefico”, Berlusclown, Silvio Berlusconi.

Lo sappiamo tutti, quest’uomo vuole fare il simpaticone con battute e gesti da provincialotto italiano, che si fa rimproverare dalla regina e fa le corna durante le foto di gruppo durante incontri politici, ma io mi chiedo come cazzo fa a fare la macchietta (o come dicono dalle sue parti la sagoma) durante un momento che rattrista il mondo intero.
Qui in Spagna, dove mi trovo, la gente è veramente dispiaciuto per la grave situazione abbbruzzese, si informano continuamente.

Io stamattina ho aperto il sito di repubblica e mi aggiorno sui fatti italiani, poi apro il sito de El Paìs e leggo Berlusconi a las víctimas: “Es como un fin de semana de acampada” e incredulo riguardo la repubblica, il corriere della sera, il manifesto e liberazione: NIENTE!
Apro il sito di un altro quotidiano straniero, l’inglese The Guardian e leggo
Berlusconi: earthquake victims should view experience as camping weekend e allora comincio a provare tanto sgomento.

E’ mai possibile che in uno Stato che si dice democratico come l’Italia queste cose non si vengano a sapere?

“No les falta de nada. Tienen cuidados médicos, comida caliente… Por supuesto, su lugar de abrigo actual es provisional, pero hay que tomarlo como un fin de semana en una acampada”

Ecco cosa dice il periodico spagnolo, tradotto: Non gli manca nulla, hanno gli aiuti sanitari, cibo caldo… Certo l’alloggio è temporaneo, ma è da considerarlo come un fine settimana di campeggio.

Signor Presidente del Consiglio, perché non offre Villa Certosa come sede del campeggio?

Un palermitano a Màlaga su bloggalo.it

aprile 1, 2009 Commenti disabilitati
Logo di bloggalo.it

Logo di bloggalo.it

E’ nato un nuovo Urban Blog. “Esticazzi!” direte voi, pensando che si tratti di “just another Urban Blog”, parafrasando il motto di default di wordpress (piattaforma usata anche per questo UB), ma scriverei io qualcosa che non merita particolare attenzione?

Bloggalo.it è più di un UB, ma grazie alle potenzialità del MUWordpress, si prefige di divenire un UB network e il primo nodo è proprio la sua città natale, Palermo, ed è raggiungibile da www.palermo.bloggalo.it.
Una peculiarità importante di questo sito, in particolare del nodo palermitano è… la mia presenza!

Sarà l’inviato palermitano da Màlaga e già da domani, 2 aprile potrete leggere i miei post, vi aspetto commentosi!

Spaghetti, pizza e…

marzo 23, 2009 Commenti disabilitati

La settimana scorsa ho visto una divertente puntata dei Simpson in cui, con la loro classica ironia, mostravano come in America sono visti gli italiani: un po’ provinciali, che parlano tanto in dialetto, che mangiano pizza e pasta e tutti amiconi tra di loro, ovviamente c’erano anche i mafiosi, ma la puntata rispettosamente non si concentrava su quello.
Oggi nell’arco di 4 ore ho parlato per tre volte di Palermo e dei palermitani: per prima la direttrice della scuola che mi ha detto di essere venuta in Sicilia in vacanza ed è rimasta affascinata della nostra terra. Mi ha parlato del duomo di Monreale, di Taormina, della cappella palatina e le brillavano gli occhi a descrivere i Quattro Canti. Io sono rimasto di stucco e mi sono soffermato a pensare a quante volte avevo visto guide spiegare ad interessatissimi turisti le statue dei Quattro Canti, ma io non avevo mai capito realmente il perché, adesso so che i re che stanno al centro sono tutti spagnoli e lei era tutta contanta.
Dopo un po’ Antonio mi dice che anche suo figlio è stato a Palermo per una quindicina di giorni e ha portato come ricordo l’ospitalità di noi siciliani, molto calorosa, simile a quella spagnola.
L’architettura palermitana che per alcuni aspetti ricorda quella andalusa per via della dominazione araba, un po’ ricorda quella spagnola, per via della dominazione spagnola (è inutile che noi siciliani facciamo gli spavaldi a parole, alla fine siamo sempre sottomessi da qualcuno) è un tratto che rimane impresso negli spagnoli, soprattutto andalusi, e anche il carattere, infatti una cosa che ben sappiamo è che anche gli arabi sono molto ospitali.
Anche noi siciliani non siamo proprio bianchi bianchi, ma siamo un po’ scuretti, proprio come questi anlusi qui che non pronunciano le S e le Z e che mi stanno contagiando giapprima che io impari a palrlare spagnolo.
Poi c’è un’altra cosa che gli spagnoli sanno di Palermo e della Sicilia, ed è quello che sanno in tutto il mondo, ma che magari non gli sembra male chiedere: la Mafia.
Cristana, la proprietaria di casa (non sapevo si dicesse dueño), mentre cucinavamo, io la pasta e lei qualcosa di incompresibilmente spagnolo, mi chiede ancora da quale parte d’Italia provenga, giacché già un altro ragazzo italiano aveva abitato qui, ma lui era di Udine.
Mi chiede se sia vero che a Palermo ci sia la Mafia e se sia vero che aprendo un negozio bisogna pagare qualcosa al mese alla mafia, gliel’aveva detto questo ragazzo chiedendo se anche a Màlaga si pagasse il pizzo.
Mi ha chiesto anche di farle un esempio di quanto si paga, ma io ho risposto che non ne avevo idea e vergognandomi di mescolo la mia pasta.
Direte amici che mi leggete, anzi te l’ha detto una su tre, ma per me si tratta solamente di pudore.

Tre cose solamente mi so ‘n grado

gennaio 9, 2009 Commenti disabilitati

Tre cose solamente mi so ‘n grado,
le quali posso non ben men fornire:
ciò è la donna, la taverna e ‘l dado;
queste mi fanno ‘l cuor lieto sentire.
Ma sì me le conven usar di rado,
ché la mie borsa mi mett’al mentire;
e quando mi sovvien, tutto mi sbrado,
ch’i’ perdo per moneta ‘l mie disire.
E dico: – Dato li sia d’una lancia!-
Ciò a mi’ padre, che mi tien sì magro,
che tornare’ senza logro di Francia.
Trarl’un denai’ di man serìa più agro,
la man di pasqua che si dà la mancia,
che far pigliar la gru ad un bozzagro.

di Cecco Angiolieri ( sì, proprio quello di S’i’ fosse foco)